Agenzia specializzata in viaggi in Russia con il vostro camper con visite a Mosca, San Pietroburgo e Anello d'Oro
Vai ai contenuti

Menu principale:

Le località dei Tour

LE LOCALITA' DEL TOUR  -  MOSCA

Mosca è la capitale e il cuore della Russia ed anche la città più popolata d’Europa con più di 16 milioni di abitanti. Considerando che la popolazione russa si aggira intorno ai 150 milioni di abitanti, a Mosca vive il 10% della popolazione russa. È interessante sottolineare che Mosca, che ora rappresenta una delle mete da visitare più ambite dai turisti insieme a San Pietroburgo. Ora Mosca si presenta davanti al turista nel suo massimo splendore: l’imponente Cremlino e la Cattedrale di Cristo Salvatore, il teatro Bolshoj e il Centro delle esposizioni sovietiche, i grattacieli ultramoderni e i giganteschi grattacieli dell’epoca staliniana, il fiume Moscova con dei bellissimi paesaggi intorno allo splendido parco Ivan il Terribile a Kolomenskoe.

Ovviamente la capitale russa si associa con la Piazza Rossa, Cattedrale di San Basilio, Mausoleo di Lenin, Grandi Magazzini Universali – GUM.
Sicuramente La Piazza Rossa ed il Cremlino sono i monumenti più famosi e visitati di Mosca, come la cattedrale di San Basilio, il Mausoleo di Lienin ed i grandi magazzini universali GUM.
In antico russo l’aggettivo rosso era un sinonimo di “bello”, “sacro.

La Piazza Rossa è la piazza più importante non solo di Mosca ma anche di tutta la Russia. Qua si svolgono manifestazioni celebrative, concerti, feste folkloristiche.

Un altro monumento importante di Mosca è la Cattedrale dell’Intercessione ovvero San Basilio, della Madonna, giorno in cui fu conquistata la città di Kazan. Con il tempo la cattedrale di San Basilio con le sue cupole colorate è diventata un’immagine simbolo non solo di Mosca ma di tutta la Russia.
Il Cremlino invece è la culla di Mosca, la parte inseparabile della capitale. La storia del Cremlino di Mosca è rappresentata dalle sue maestose mura e torri, cattedrali con le cupole dorate e magnifici palazzi. La data ufficiale della fondazione della città di Mosca è 1147. Circondata da mura imponenti lunghe oltre 2235 metri.

Per costruire queste mura chiamarono gli architetti italiani tra cui Aristotele Fioravanti, creatore della Cattedrale dell’Assunzione di Mosca. Ogni torre del Cremlino rappresentava una fortezza a sé stante, capace di difendersi anche in caso se il nemico avesse conquistato le mura e le torri vicine. In caso di pericolo i difensori del Cremlino potevano spostarsi rapidamente lungo segrete gallerie sotterranee.

Nel 1918 il governo russo dei bolscevichi rientrando a Mosca restituisce al Cremlino il ruolo della sede del capo dello Stato. Negli antichi edifici del Cremlino hanno vissuto e lavorato i dirigenti dell’Unione Sovietica. Negli ultimi decenni si sono tenute al Cremlino importanti manifestazioni statali per le quali è stata costruita all’inizio degli anni 1960 un’apposita sede chiamata Palazzo dei Congressi, oggi Palazzo Statale del Cremlino.

Dal 1991 il Cremlino è residenza del Presidente della Federazione Russa mentre le cattedrali del Cremlino di Mosca ricominciarono a svolgere una funzione importante nella vita della chiesa ortodossa russa in quanto vi vengono celebrate liturgie solenni e messe particolari nei giorni di grandi feste religiose.

Il Cremlino di Mosca è un eccezionale monumento architettonico di importanza mondiale. Nel 1990 i complessi museali ed architettonici del Cremlino e della Piazza Rossa sono stati inseriti nella lista del Patrimonio mondiale dell’umanità dell’Unesco.

Sul territorio del Cremlino si trova il  museo più famoso di Mosca è l’Armeria, dove sono custoditi i migliori capolavori dell’arte decorativa ed applicata russa e di altri paesi. Qua si trova il cappello dei gran principi russi, il cappello di Monomakh e Grande corona degli imperatori russi. Oggetti preziosi della tesoreria lasciati in eredità vengono menzionati nei testamenti dei granduchi di Mosca sin dal Trecento. Nel Quattrocento a fianco delle Cattedrali dell’Arcangelo e dell’Assunzione sorge un fabbricato destinato a custodire il tesoro granducale considerato non più come tesoreria personale, bensì come tesoreria pubblica. Gli oggetti ivi custoditi venivano utilizzati per l’incoronazione, i ricevimenti degli ambasciatori, funzioni religiose particolarmente solenni.

Mosca è famosa anche per i suoi numerosi parchi. Uno dei più belli in periferia della città è la residenza di Ivan il Terribile a Mosca, poi trasformata nella residenza moscovita dei primi zar della dinastia di Romanov, nominata dopo il Cremlino della provincia di Mosca perché questa residenza si trovava al confine tra Mosca e la provincia. Ora Il villaggio di Kolomenskoje è il museo architettonico all'aperto. Conserva tante opere d’arte come la Chiesa della Vergine di Kazan e la Chiesa dell’Ascensione con la cupola a cono che cono costruita dall’architetto italiano. In più dal terrazzo del parco del Kolomenskoje si può osservare il fiume Moscova.

Un altro splendido parco è Tsaritsyno, la villa di Caterina la Grande a Mosca, con padiglioni, pergolati, boschetti, grotte artificiali, ponti decorativi etc. Il Palazzo Grande in stile neogotico, unico esempio di questa architettura del XVIII in Russia, purtroppo, e rimasto non abitato dall’imperatrice e non e stato nemmeno arredato. Per molti anni il parco di Tsaritsyno si trovava in uno stato di forte degrado fino agli anni 1985 quando gli architetti cominciarono a preoccuparsi per i prezzi che cadevano dalla facciata del palazzo.

Il centro Espositivo di tutte le Russie anche se ufficialmente nominato "fiera permanente", è in realtà uno degli esempi più importanti di architettura monumentale di epoca staliniana. Tra le grandi aree del parco ricreativo vi sono decine di padiglioni elaborati, ciascuno dei quali rappresenta sia un settore dell'industria sovietica e della scienza o di una delle repubbliche dell'URSS. Anche se, nel corso del 1990, è stato, e per qualche parte lo è ancora, la maggior parte dei padiglioni sono affittati alle piccole imprese, esso conserva ancora la maggior parte dei suoi monumenti architettonici, tra cui due fontane monumentali (Fiore di Pietra e amicizia delle nazioni) ed una panoramica a 360 gradi. Accanto al centro delle Esposizioni si trova un interessantissimo museo dei cosmonauti, testimonianza dei successi sovietici nello spazio con la navicella spaziale di Yuri Gagarin.

Mosca è famosa per i suoi grattacieli staliniani. Uno dei più famosi, le cosiddette Sette Sorelle, comprende sette grattacieli enormi sparsi in tutta la città, posti a una distanza uguale dal Cremlino. Vale a dire che il governo di Mosca è stato anche criticato per la politica di distruzione di vecchi edifici per dare lo spazio agli alberghi di lusso e centri commerciali. Per questo il centro storico di Mosca non è più integro e completo, ma rappresenta un misto di vari stili.

Mosca è considerata il centro della cultura russa. Il teatro Bolscioj   sorge nello stesso luogo dove sorgeva il teatro Petrovskij che era stato inaugurato nel 1780 e che fu incendiato nel 1805. I lavori del nuovo progetto furono affidati a  Giuseppe Bove e cominciarono nel 1820 ed il nuovo Gran (Bol'šoj) Teatro Petrovskij fu inaugurato il 18 gennaio 1825 con il balletto Cendrillon di Fernando Sor. Fino a circa il 1840 il teatro presentava unicamente opere russe. Nel 1853 un incendio causò gravi danni alla struttura, che fu riaperta nel 1856. L'interno fu realizzato su disegno dell'architetto italo-russo Alberto Cavos.

L'edificio storico del teatro è stato chiuso per restauri dal 2005 con l'obiettivo di riportare la struttura agli antichi splendori precomunisti. Durante l'epoca di Stalin, infatti, erano stati eliminati i lampadari, gli stucchi e tutto quanto potesse evocare il lusso del periodo zarista. Inoltre il teatro fu trasformato anche in sede di riunioni e congressi di partito con strutture che ne avevano compromesso l'acustica. La cerimonia di inaugurazione era fissata per il 28 ottobre 2011. All'interno, si trova la grande sala, con cinque ordini di palchetti. Sopra l'ingresso, vi è il palco reale, con l'elaborata struttura lignea scolpita e dorata. Il teatro Bolshoi è il più famoso teatro russo che lo rende una tappa obbligatoria per tutti I turisti che vengono a visitare Mosca.

Lidia Ponomareva via Zamscina, 60-107 195271 San Pietroburgo (RU) T.+39 7023533 C.F.INN80411400608
Privacy
Torna ai contenuti | Torna al menu